L’appuntamento più atteso dell’estate si avvicina a passi da gigante. Manca sempre meno all’1 luglio e l’organizzazione ha già venduto 220 mila biglietti per Vasco Rossi: un vero e proprio record. In questa stessa pagina puoi trovare le ultime offerte per il concerto del Komandante che celebra i quarant’anni di carriera di un’artista semplicemente straordinario. Fra pochi giorni potrai rendere omaggio a una leggenda del rock italiano che si prepara ad emozionare il suo pubblico con una lunga scaletta da quaranta canzoni.

#MODENAPARKOM17

l biglietti si pagano in EUR. I prezzi in USD sono stimati e a scopo informativo.
Vasco Rossi Modena
1 lug 2017 - sab 21:00
Parco Enzo Ferrari, Modena, Italia
1 lug 2017
sab 21:00
Da USD 181,60 € 161,99 Rimangono +100 biglietti
Da USD 181,60 Rimangono +100 biglietti
Vedi biglietti

Accessi Parco Enzo Ferrari

COME ARRIVARE

Parco Ferrari è la più grande area verde di Modena, occupa una superficie di 400mila metri quadrati e si trova nella zona settentrionale della città. In passato ha ospitato altri artisti ma nessuno del calibro del Blasco. Per il suo concerto arriveranno più di 200 mila fan; l'eccezionalità dell'afflusso ha spinto il comune a varare un piano parcheggi mentre Trenitalia potenzierà le linee. Per raggiungere il Modena Park 2017 puoi optare per:

  • Automobile – Autostrada A1, uscita Modena Nord o Modena Sud. L’area verde è racchiusa tra Viale Italia, Via Emilia Ovest, Viale dell’Autodromo e Strada San Faustino. Oltre ai parcheggi dedicati di Viale dell’Autodromo (30 posti auto circa) e Via Emilia (circa 150 posti auto), puoi lasciare la macchina anche nel parking del Novi Park (circa 1.700 posti auto) o nell’area dedicata di Ponte Alto (è previsto un servizio navetta). In alternativa, puoi lasciare il mezzo in uno dei tanti parcheggi di interscambio
  • Autobus – Linee N4, N5 e N10
  • Treno – La stazione FS è a soli 2 km (circa mezz'ora a piedi)
  • Aereo – Lo scalo più comodo è il Guglielmo Marconi di Bologna. SACA garantisce collegamenti via shuttle dall’aeroporto di Borgo Panigale a cinque località modenesi: Autostazione, Stazione FS, Viale Caduti in Guerra, Largo Garibaldi, Stazione Piccola e Ist. Vignolese. Sono previste 9 corse al giorno, una ogni 2 ore

RECORD MONDIALE

Con 220 mila biglietti per Vasco Rossi staccati dall’annuncio del tour ad oggi, Vasco Rossi ha stabilito un record mondiale. Lo straordinario risultato ottenuto dal "Komandante" ha eclissato Paul McCartney – il suo concerto al Maracanà di Rio si era fermato a quota 184 mila – e Luciano Ligabue – che aveva portato al Campovolo 164 mila fan. Per un evento di questo calibro, il Comune è corso ai ripari per organizzare un piano sicurezza all’altezza delle aspettative. Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli – in collaborazione con la Questura di Modena – ha previsto lo schieramento di mille agenti mentre si continua a discutere su un’eventuale utilizzo dell’esercito. Oltre alle forze di polizia, è previsto l’utilizzo di metal detector e barriere anti sfondamento.

Chi non potrà partecipare al concerto-evento del Parco Ferrari potrà seguire lo show dalla propria città, lo ha reso noto Radio Bruno, popolare emittente radiofonica di Carpi. Se non hai trovato un biglietto per Vasco Rossi potrai seguire il suo live in venti palazzetti oltre che in 200 cinema su e giù per la penisola. Se invece vuoi ascoltare "Senza Parole", "Quanti anni hai" e tutto il meglio del suo repertorio dal vivo, affidati a un portale leader nella compra-vendita di ticket per eventi. Scegli uno dei nostri biglietti per Vasco Rossi e completa la transazione in pochi click.

CINQUE CANZONI CHE HANNO SEGNATO UN’EPOCA

Vasco Rossi è uno dei cantanti più amati del paese. Il Komandante si è guadagnato l’affetto del suo pubblico per la sua straordinaria capacità artistica che lo ha portato a comporre canzoni entrate nel patrimonio collettivo di un’intera nazione. Scegliere tra la sua immensa discografia non è affatto semplice ma tra i tanti singoli estratti dai suoi dischi ne spiccano cinque.

  • "Albachiara" (1979) – Il brano estratto da “Non siamo mica gli americani” è stato il primo grande successo del rocker emiliano. La canzone è una dedica a una ragazza che il Blasco era solito vedere sull’autobus; una poesia d’amore che è considerata da molti come uno dei suoi capolavori. “Respiri piano per non far rumore, ti addormenti di sera e ti risvegli col sole. Sei chiara come un'alba, sei fresca come l'aria”
  • "Siamo solo noi" (1981) – “Siamo solo noi, che andiamo a letto la mattina presto e ci svegliamo con il mal di testa”; il primo singolo dell’omonimo album è un vero e proprio inno generazionale che ha appassionato (e continua ad appassionare) giovani e meno giovani. La descrizione perfetta di un autentico rocker
  • "Vita spericolata" (1983) – Il singolo si inserisce nello stesso filone da “cantante maledetto” già visto in “Siamo solo noi”. La traccia estratta da “Bollicine” è famosa per il penultimo posto al Festival di Sanremo del 1982; un risultato ingeneroso verso una canzone che riassume perfettamente lo stile di vita di una rockstar. E in quegli anni fatti di live in provincia e poche certezze, il Blasco la incarnava per davvero. “E poi ci troveremo come le star, a bere del whisky al Roxy Bar”
  • "C’è chi dice no" (1987) – L’omonino album è stato distribuito in oltre 1 milione di esemplari e buona parte del merito è di questo brano. La traccia estratta dal suo ottavo disco in studio manifesta l’estraneità ai meccanismi di una società che cerca di inquadrare tutti all’interno di schemi. “C'è qualcosa che non va in questo cielo, c'è qualcuno che non sa più che ore sono”
  • "Sally" (1996) – “Perché la vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia”; la canzone contenuta in “Nessun pericolo... per te” è una di quelle da cantare assieme al Komandante nei suoi live. Acquistando un biglietto per Vasco Rossi potrai rivivere le emozioni di un successo senza tempo che è presente in tutte le scalette dei suoi concerti. Tutti attraversiamo momento difficili ma la speranza è sempre l’ultima a morire. “Forse la vita non è stata tutta persa, forse qualcosa s'è salvato, forse davvero non è stato poi tutto sbagliato”
Utilizziamo cookies per migliorare i nostri servizi web. Proseguendo nella navigazione acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni sulla Politica di Cookies qui.