Scottish Premiership

La Scottish Premiership è nata nel luglio 2013 dalle ceneri della Scottish Premier League; la massima divisione del paese è arrivata alla sua 120esima edizione e i campioni in carica sono i biancoverdi del Celtic. Pur non avendo lo stesso appeal del campionato inglese, il torneo gode di un buon seguito di pubblico e alcune partite alzano la media dei biglietti venduti per la Scottish Premiership; naturalmente ci riferiamo all’Old Firm – il derby più antico al mondo! – ma anche all’Edinburgh Derby (Heart of Midlothian – Hibernian).

PALMARÈS E FORMULA

La squadra con il maggior numero di titoli (54) è il Glasgow Rangers che è ritornato nella massima divisione dopo quattro stagioni nelle serie minori. Il fallimento dei Gers ha spianato la strada ai rivali del Celtic che hanno approfittato dell’assenza dei rivali per vincere quattro campionati consecutivi. Sono loro ad occupare la seconda posizione nel ranking nazionale (47 scudetti) mentre il terzo posto è in condominio tra Aberdeen, Hibernian ed Hearts (4 campionati a testa). Il Dumbarton è fermo a quota 2 mentre Motherwell, Dundee, Dundee United, Kilmarnok e Third Lanark hanno in bacheca un solo campionato.

La Scottish Premiership segue una formula particolare; si tratta di un girone all'italiana a triplo turno; dopo la stagione regolare va in scena lo Split: le prime sei classificate si affrontano in play-off di sola andata che stabiliscono vittoria del titolo e qualificazioni europee, i club rimanenti disputano invece i play-out che decidono le retrocessioni nella serie cadetta. La vincitrice del torneo accede ai preliminari di Champions League (secondo turno) mentre seconda e terza partono dal primo turno di Europa League.


Utilizziamo cookies per migliorare i nostri servizi web. Proseguendo nella navigazione acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni sulla Politica di Cookies qui.